Terme in Toscana

terme della toscana

Terme in Toscana: una regione ricca di benessere e cultura

La Toscana è una terra meravigliosa, ricca di buon cibo, ottimo vino, arte, storia, cultura e natura oltre ad essere la regione italiana con il più alto numero di terme, molte delle quali Terme Libere e SPA centri benessere, grazie alla presenza di numerosi sorgenti di acqua termale, famosi in tutto il mondo e conosciuti fin dall’antichità. A seconda delle loro caratteristiche, queste acque sono utili per il trattamento di numerose patologie: curano i reumatismi, alleviano le patologie vascolari, respiratorie, urinarie e del fegato.

Di seguito scopriamo quali sono le Terme in Toscana più belle.

Terme in provincia di Grosseto

Nel cuore della Maremma, in provincia di Grosseto, si trovano forse le Terme in Toscana più amate della Toscana, le Terme di Saturnia, con le Cascate del Mulino che sono tra le più famose al mondo. Si compongono di grandi vasche calcaree create naturalmente dalla cascata, nel corso dei secoli, le cui acque sulfuree, alla temperatura di 37,5°C, sono fruibili gratuitamente.   

A pochi chilometri a sud di Sorano, nella cosiddetta “Area del Tufo”, si trovano invece le Terme di Sorano. La presenza delle sorgenti termali in questa zona, era nota fin dal periodo medievale, quando fu costruita la pieve di Santa Maria dell’Aquila proprio sopra una delle sorgenti termali. L’acqua termale sgorga in più sorgenti alla temperatura +37,5 °C lungo un torrente. Le Terme sono fruibili a pagamento nello splendido resort, con stabilimento termale e centro benessere.

Terme in provincia di Siena

Siena è la provincia che ospita il maggior numero di terme in Toscana; le Terme in provincia di Siena sono situate soprattutto nella zona della Val d’Orcia e del Monte Amiata.

Tra gli stabilimenti che beneficiano di queste acque, ci sono i Bagni San Filippo, frazione di San Quirico d’Orcia, conosciuto fin dall’antichità per le calde acque termali che qui hanno creato un paesaggio magico, fatto di bianche formazioni calcaree, cascatelle e vasche calde dove fare il bagno, immersi nel verde rigoglioso. La zona delle terme, accessibili gratuitamente è denominata “Fosso Bianco”; l’area è piuttosto estesa, composta da una susseguirsi di vasche che si incontrano lunga la strada. Risalendo il torrente fino si arriva alla cascata soprannominata “Balena Bianca”, per via dell’immensa formazione calcarea bianca che si getta nel torrente e che somiglia proprio alla bocca di una balena. La temperatura dell’acqua è di circa 48°C.

Sempre a San Quirico d’Orcia, a pochi chilometri da Siena, si trova Bagno Vignoni, un borgo spettacolare, in cui gli edifici rinascimentali si affacciano attorno alla grande vasca medievale in cui l’acqua sgorga dalla sorgente termale e fumiga lentamente. L’ acqua si dirige verso la vicina rupe calcarea e precipita verso il fiume, creando il “Parco dei Mulini”, così chiamato per i suoi mulini medievali scavati nella roccia. La vasca terminale di questo parco, dove l’acqua appare di color turchese grazie al calcare bianco depositato sul fondo, costituisce le ex terme libere che, tuttavia, attualmente non sono balneabili. Per un bagno termale, bisogna usufruire dei servizi di uno degli stabilimenti termali presenti e cioè, Piscina Posta Marcucci, Centro Benessere Le Terme, Terme di Santa Caterina, in cui si possono anche effettuare fanghi, idromassaggi, inalazioni, irrigazioni, nebulizzazioni, aerosol ed altre cure termali.

Molto conosciute, sono poi le Terme Chianciano, i cui suoi stabilimenti principali sono, le “terme sensoriali” immerse nel verde del Parco Acqua Santa, le cui acque sono curative per le patologie del fegato e dell’apparato gastrointestinale e le “piscine termali Theia”, alimentate dall’acqua Sillene, ricca di anidride carbonica, carbonato di calcio, bicarbonato e solfati, utile per la cura delle infiammazioni osteoarticolari e muscolo-tendinee e delle patologie più comuni della pelle (dermatiti seborroiche, dermatite atopica ecc.).

Sempre in provincia di Siena, al confine tra il Chianti e la Val di Chiana, troviamo Rapolano Terme, piccola località nota per la presenza degli stabilimenti termali di San Giovanni e dell’Antica Querciolaia, famosi per le loro acque termali molto calde, che sgorgano dalla sorgente alla temperatura di 39°C e resi eleganti dalle strutture in pregiato travertino.

Sempre restando nella provincia di Siena, scopriamo le meravigliose Terme di Petriolo; queste terme sono ad ingresso libero, immerse in un paesaggio di strabiliante bellezza e con acqua a 43°C. Sono, insieme a quelle di Saturnia, sono le più rinomate della Toscana per un relax a stretto contatto con la natura, circondati da boschi rigogliosi e torrenti cristallini.

Molto famose sono anche le Terme Montepulciano, che nascono nel 1966 per sfruttare le acque ricche di principi attivi dello zolfo e del bromo presenti nel sottosuolo dello stabilimento, utili nella cura delle malattie respiratorie, artroreumatiche e della pelle. Grazie alla nascita, nel giro di poco tempo di centri di Audiologia, Vestibologia, Rinologia e Bronco-pneumologia, che si avvalgono dell’apporto di personale medico specialistico, la struttura ha assunto negli anni l’immagine di struttura sanitaria oltre che termale.

Vicino al confine con l’Umbria troviamo San Casciano dei Bagni. Con le sue 42 sorgenti termali che sgorgano ad una temperatura media di 40°, è un luogo incantevole, in cui regalarsi un soggiorno di relax. Le acque solfato-calciche-magnesiasche hanno un’azione antinfiammatoria e analgesica sull’apparato locomotore, cutaneo e sulle vie respiratorie. Parte di queste sorgenti vengono utilizzate da Fonteverde Tuscan Resort & Spa, altre vanno ad alimentare le Terme Libere di Bagno Grande e Bagno Bossolo, che si trovano a poche centinaia di metri dal centro storico.

Terme in provincia di Firenze

All’interno del parco delle Terme in Provincia di Firenze, poco lontano da Firenze, lungo la valle dell’Elsa e lungo il tratto toscano della Via Francigena, si trova il paese di Gambassi Terme, conosciuto per le Terme Gambassi, anche dette Terme della Via Francigena, famose per le sue acque, dette acque di Pillo, ad elevata mineralizzazione, ricche di ioni di sodio e ione idrocarbonico. La sorgente è stata scoperta nel 1745 e certificata nel 1861. Sono acqua da bere, particolarmente depurative e indicate per chi soffre di disturbi della digestione. L’acqua, va assunta preferibilmente la mattina a digiuno, in dosi come da prescrizione medica, e svolge un effetto disintossicante e antinfiammatorio su gastriti e coliti, lassativo e risulta particolarmente importante anche negli stati ipotensivi.

Terme in provincia di Massa-Carrara

Situate in provincia di Massa-Carrara, le Terme di Massa (San Carlo), hanno delle acque oligominerali che scaturiscono alla temperatura di 12°C, dalle caverne delle Alpi Apuane. Queste sono usate per cure idropiniche, ginecologiche, metaboliche e indicate anche per patologie dell’apparato gastroenterico, urinario.

Poco distante dalla spiaggia di Cinquale, a pochi chilometri da Viareggio e a 10 minuti di bici da Forte dei Marmi, alle spalle delle Apuane, si trova lo splendido parco dell’hotel Villa Undulna, che ospita le Terme della Versilia. Un Resort di lusso che rappresenta una degli stabilimenti termali più recenti in Italia e che è l’emblema della Versilia. Sono le uniche Terme, assieme a quelle dell’Elba, ad affacciarsi direttamente sul mare.

Alla provincia di Massa-Carrara appartengono anche le Terme di Equi, conosciute sin dalla Preistoria e immerse in un panorama da cartolina.

Terme in provincia di Pisa

Molto importanti tra le Terme in Toscana, troviamo le Terme in provincia di Pisa, si trova Casciana Terme (Castrum ad Aquas o Balneum ad Aquas in latino), una frazione del comune di Casciana Terme Lari.

Incastonata nella bellissima campagna delle colline pisane, questo centro termale racconta di uno stile di vita di altri tempi, in cui la vita scorre semplice e ordinata come è sempre stato nel corso della storia secolare di questo comune. La sua piazza centrale è da sempre il punto di riferimento della vita cittadina caratterizzata, dalla facciata delle Terme, disegnata e fatta costruire dall’architetto Poggi nel 1870. Queste terme sono il luogo ideali per le cure termali classiche e per la riabilitazione motoria.

Un’altra località termale in provincia di Pisa è San Giuliano Terme conosciuto in antichità come “Aquae Pisanae” e poi come “Bagni di Pisa”. Sorgono qui i Bagni di Pisa, un lussuoso resort che offre i benefici delle acque termali calde, delle inalazioni benefiche per l’apparato respiratorio, fino ai percorsi con l’applicazione di fango maturo.

Terme in provincia di Lucca

A 25 km dal centro storico di Lucca, immerse nel paesaggio naturale dove confluiscono il fiume Serchio e il Torrente Lima, si trovano le terme di Bagni di Lucca, apprezzato centro termale, le cui sorgenti termali erano note fin dal medioevo e hanno acquisito importanza nel panorama nazionale e internazionale dopo la Rivoluzione Francese, prima, e nel periodo della Belle Epoque e a inizio Novecento, poi, grazie alle figure illustri come Pascoli, Shelley, Byron, Puccini e Henry James, che le frequentavano.

Il centro di Bagni di Lucca comprende due stabilimenti, le “Terme di Jean Varraud” e “Casa Boccella”, nei quali si curano patologie vascolari, respiratorie e reumatiche. Nel centro benessere si può usufruire di fanghi e massaggi per tonificare e rilassare l’organismo.

Terme in provincia di Pistoia

Le Terme in provincia di Pistoia sono state trattate in un articolo dedicato, Ad ogni modo, due sono anche le località termali della provincia di Pistoia.

Le Terme di Montecatini i cui numerosi stabilimenti fanno parte del medesimo complesso termale diffuso. Gli stabilimenti termali presenti all’interno del parco termale sono quattro: Tettuccio, Redi, Excelsior e la Salute, in grado di offrire i trattamenti curativi di idropinoterapia, balneoterapia, cure inalatorie, fangoterapia, massoterapia e quelli di benessere con piscina termale con idromassaggio e nuoto controcorrente, massaggi relax ed antistress, ayurveda e discipline orientali, trattamenti corpo e viso, estetica, fitness, sauna e bagno turco, doccia cromoterapica con acqua termale. Sono tutti situati all’interno della grande area verde costituita dal “Parco delle Panteraie”, dal “Parco delle Terme” ed dai grandi parchi annessi a ciascuno stabilimento; questa rappresenta oltre la metà del centro storico della cittadina.

L’altra destinazione è Monsummano Terme, che sorge nella zona centro-orientale della Vadinievole, in prossimità della riserva naturalistica “Padule dei Fucecchio”.

Al momento vi si trova un solo centro termale, quello di “Grotta Giusti”, le cui acque sono minerali e saline, caratterizzate dalla presenza di bicarbonato, zolfo, calcio e magnesio, la cui temperatura alla sorgente è di 35°C. Sono impiegate nel trattamento di osteoartrosi, reumatismi, delle patologie delle vie respiratorie e nella balneoterapia. La Grotta Giusti sfrutta il vapore termale per alleviare problemi respiratorie e per donare relax e benessere psico-fisico. La piscina termale all’aperto di oltre 750 mq è dotata di idromassaggi, cascate artificiali, con acqua a 34°C.

Terme in provincia di Livorno

All’interno delle Terme in Toscana, svariate sono le terme in provincia di Livorno.

All’interno dell’agriturismo “La Cerreta”, immerse in uno splendido bosco, si trovano le Terme di Sassetta, le cui acque sono ricche di solfati, calcio, minerali e oligoelementi. Nasce alla temperatura di 51° C  e va ad alimentare la struttura termale, ispirata alla tradizione architettonica delle terme etrusche e romane. L’acqua è particolarmente indicata per le terapie dell’apparato respiratorio, della pelle e dell’apparato osteomuscolare.

Il percorso termale comprende varie piscine balneoterapiche interne ed esterne a circa 38°C, con idromassaggi e cascate, bagno turco, biosauna, docce emozionali, cromo e aromaterapiche, percorso Kneipp.

A pochi minuti dal mare, il centro termale di Venturina Terme si avvale invece delle acque della Sorgente Cratere. Queste acque sono conosciute anticamente agli Etruschi e dai Romani, come “Aquae Populoniae”, ricche di zolfo, alcali e terra, che sgorgano da due sorgenti distinte, alla temperatura di 36 °C . Sono utili in caso di  malattie dell’apparato respiratorio, otorinolaringoiatriche, reumatiche, dell’apparato digerente e vasculopatie periferiche. Le terme si estendono su di un’area di circa 60.000 m2 e sono composte da uno stabilimento termale detto “Bagni di Caldana”, dove si praticano fanghi, bagni, massaggi, idromassaggi, aerosol e cure estetiche e da una grande piscina termale detta “Il Calidario” ricavata dal primitivo invaso delle acque.

Terme all’isola d’Elba

Sull’Isola d’Elba è possibile trovare le Terme di San Giovanni dell’Elba, rinomata per la sua piscina termale, per i suoi fanghi termali e per il decotto di alghe marine, ottenuto dalla lavorazione delle piante marine che crescono direttamente nel bacino di San Giovanni. Sono anche il principale stabilimento in Toscana a proporre il trattamento della talassoterapia.