Terme di San Giuliano

Terme San Giuliano : dove si trovano

Il parco delle Terme in Toscana si sa è vastissimo. Siete nella parte nord della Toscana e cercate delle terme in provincia di Pisa? Allora non potete non andare a San Giuliano Terme, il comune anticamente conosciuto proprio con il nome di Aqua Pisanae e poi come Bagni di Pisa. Qui sorgono le Terme di San Giuliano, tra le più rinomate tra le Terme pisane.

San Giuliano Terme: La storia

Il comune di San Giuliano Terme esisteva già nel periodo neolitico, ma fu colonizzato solo nel periodo romano; le tracce del passaggio della popolazione di Roma si evincono dal ritrovamento dell’acquedotto di Caldaccoli.

La storia di queste terme risale all’epoca romana quando, nel 92 d.C, vennero fatte costruire da Lucio Venuleio Montano; il celebre storico Plinio il Vecchio le cita come ‘Aquae Pisanae’ delle quali già all’epoca si apprezzavano le proprietà benefiche dell’acqua termale. Vennero restaurate per la prima volta dalla Contessa Matilde di Canossa, nel 1112.  Storicamente, il comune di San Giuliano si sviluppò proprio grazie alle acque della sorgente, in quanto furono bonificate le aree circostanti l’edificio termale e vennero costruite delle osterie, un ospedale e diverse abitazioni. Nel tempo, ci fu l’accorpamento di quasi trenta centri urbanistici sotto il solo comune di San Giuliano Terme e dalla seconda metà del Novecento l’edificio termale fu gestito dagli organi di competenza regionale e provinciale, così da regolamentare le cure termali.

Bagni di Pisa Resort: la struttura

Proprio nel comune di San Giuliano Terme nasce il Bagni di Pisa Resort, una struttura che propone ai suoi ospiti un’esperienza di rilassamento. Anticamente, la struttura era la residenza termale estiva del Granduca della famiglia dei Lorena, che lo usava come luogo in cui unire il relax termale agli incontri con personaggi di spicco. Un restauro successivo lo rese ciò che è oggi: un resort con 61 camere, un’area termale, i Bagni di Levante e di Ponente.

Il Resort ha mantenuto il contatto con la storia di San Giuliano Terme: nei suoi spazi, ad esempio, c’è la possibilità di andare nel Kaffeehaus, un edificio settecentesco in cui, attraversando il Percorso Vita, si può rivivere l’esperienza della lettura tra gli uliveti. O ancora, per un contatto con l’arte, dopo il percorso termale si può decidere di fermarsi nel Bar Shelley, un locale interno alla struttura in cui ci si può rilassare con dei cocktails, circondati da affreschi restaurati e pavimenti in marmo di Carrara.

Spa Bagni di Pisa: Bagni di Levante

Il percorso termale dei Bagni di Pisa è articolato in due aree: Bagni di Levante e Bagni di Ponente.

I Bagni di Levante, all’interno dei quali è obbligatorio l’uso della cuffia, sono stati restaurati e propongono più vasche: il Bagno di Mercurio, o anche Vasca Thalaquam, ossia una piscina di acqua in soluzione salina al 18%, che favorisce un’esperienza in cui il corpo può galleggiare; il Bagno di Minerva, una vasca di acqua dolce a 35 gradi, che dispone anche di idromassaggi soffianti; il Salidarium, un percorso in cui i protagonisti sono proprio i cristalli di sale caldo.

Ma si può anche scegliere di fare il percorso termale Bioaquam, che in effetti è proprio la vasca principale dei Bagni di Levante. In questa piscina di acqua termale c’è una temperatura di 38 gradi e si alternano tre diversi tipi di idromassaggio: quello per la tonificazione, chiamato idromassaggio sculpt, quello per i glutei e per la zona lombare.

Spa Bagni di Pisa: Bagni di Ponente

Nei Bagni di Ponente c’è una situazione ancora diversa: incentrata sul connubio tra Oriente e Occidente, la zona dei Bagni di Ponente propone un percorso personalizzato e dei trattamenti del centro benessere.

Nell’area orientale, ad esempio, è possibile fare lo shirodhara, ossia un trattamento ayurvedico basato sul versamento di liquidi caldi, prevalentemente olii, sulla fronte della persona; questa pratica trova le sue origini nella medicina indiana e favorisce lo scioglimento di tensioni, il rilassamento nella zona cervicale e soprattutto il riequilibrio energetico.

Nei Bagni della Regina, invece, c’è un’area relax che è costruita tra colonne, volte e antiche fontane e che anticipa il bagno turco. Un po’ prima, invece, si trova la piscina termale interna, in cui sgorgano le acque della sorgente ad una temperatura di 38 gradi.

Bagni di Pisa: La Grotta dei Granduchi

L’esperienza termale non è ancora finita, perché nei Bagni di Pisa si trova anche la Grotta dei Granduchi, una cavità naturale che trova il suo accesso tramite un tunnel che ha origine nel 1700.

Come le più famose grotte termali, l’acqua sgorga a mo’ di cascata; la caratteristica di questa grotta, tuttavia, è che si tratta di un bagno di vapore: nella cavità c’è un ambiente umido che favorisce la sudorazione, utile ad espellere le tossine, e regola la pressione arteriosa.

Proprio per i suoi vapori, inoltre, questa grotta è molto indicata nel periodo di raffreddamento e per le congestioni.

Bagni di Pisa: il programma Equilibrium e la dieta alcalinizzante

I Bagni di Pisa offrono la possibilità di confrontarsi con quella che è chiamata Medical Spa, ossia un insieme di percorsi che guidano gli ospiti alla consapevolezza del proprio corpo.

In particolare, il programma Equilibrium è un approccio alla salute che, attraverso vari corsi, esperienze ed esami riservati agli ospiti, mira al riequilibrio del corpo.

Ma andiamo a vedere insieme di cosa sto parlando! Ad esempio, il pacchetto Equilibrium, valido per tutto l’anno, comprende 7 notti ai Bagni di Pisa, un regime alimentare personalizzato con una dieta microbiotica antinfiammatoria, l’accesso al percorso termale e soprattutto degli esami medici. Per il programma nei dettagli, tuttavia, si rimanda al sito internet dedicato, in quanto c’è una serie molto lunga di consulenze e trattamenti inclusi nell’offerta.

Oltre al programma Equilibrium, c’è la possibilità di fare una dieta alcalinizzante, ossia un programma nutrizionale contro l’acidità dei tessuti. Basata sulla dieta mediterranea, questo programma nutrizionale è mirato alla riduzione dei radicali liberi ed alla risoluzione dei processi infiammatori e dell’ossidazione dei tessuti corporei.

Bagni di Pisa fa parte, inoltre, di Italian Hospitality Collection, una compagnia in cui l’équipe medica è specializzata in approcci innovativi, frutto dello studio sul rapporto tra la mente e il corpo.

 

Bagni di Pisa: Ristorante e Gourmet

Bagni di Pisa Resort, infine, mette a disposizione la possibilità di godere una cena o un pranzo immersi nella cucina tipica della tradizione toscana.

Stiamo parlando del Ristorante dei Lorena sotto la guida del sapiente Chef Umberto!

Il Ristorante dei Lorena affaccia sulla torre di Pisa e nelle sue sale, in stile con la struttura e ricche di arte e sfarzo, ci sono diversi menu, selezionati personalmente dallo Chef Umberto, che possono spaziare da quello toscano, vegetariano o a basso contenuto calorico.

I protagonisti della tradizione toscana sono senza dubbio il tartufo di san Miniato, il pesce azzurro ed il mucco pisano.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Grotte di Camerano

Grotte di Camerano Se state visitando le Terme nelle Marche, e vi trovate in provincia di Ancona, sappiate che a soli 4 km di distanza

Terme nelle Marche

Generalità sulle Terme marchigiane nelle varie province Al pari di molte altre regioni d’Italia, anche le Marche sono ricche di centri termali e strutture in

terme di chianciano

Terme Sensoriali di Chianciano

Vacanza di relax alle Terme Sensoriali Chianciano La vita odierna è sempre più frenetica, sempre più veloce: se state leggendo questo articolo sulle Terme Sensoriali

Terme di Sassetta

Dove si trovano? Le Terme di Sassetta si trovano nel Comune di Sassetta in provincia di Livorno. Questo comune si trova nella Val di Cornia,

Terme di Catullo

Terme di Catullo: le terme decantate dal poeta Catullo Riconosciute dal FAI, il Fondo Ambiente Italiano, la fondazione italiana che si occupa della tutela, della