Terme di Vienna

Terme di Vienna

Siete nella capitale austriaca e state cercando un modo per rilassarvi? Che ne dite delle Terme di Vienna? Le Terme Wein sono un punto di riferimento in città, ma in generale in tutto il territorio austriaco. Sono tra i pilastri delle Terme dell’Austria, insieme alle Terme Aqua Dome, le Terme di Warmbald-Villach le Terme Romerbad e le Terme Loipersdof.

 

Terme di Vienna: acqua termale e fonti

Le Terme di Vienna si alimentano da due fonti curative. Le acque termali che sgorgano da queste fonti hanno un tenore di zolfo di 62,4 e 64 mg/l. Per questo, sono tra le fonti terapeuticamente più efficaci d’Europa. . La temperatura è tra i 26° ed i 36° (a seconda delle piscine).

 

Terme di Vienna: descrizione e struttura

Se cercate il relax, le terme di Vienna sono il posto giusto. Si tratta di terme cittadine moderne e grandi, famose e rinomate in tutta l’Europa per le loro offerte di wellness. Ad esempio, nel 2014 si sono aggiudicate per la seconda volta il riconoscimento più prestigioso agli EUROPEAN HEALTH & SPA AWARDS, gli “Oscar” del settore internazionale del Wellness.

Storia della struttura

Già i romani apprezzavano le benefiche acque sulfuree di Vienna; eppure, questo stabilimento termale in realtà nasce nel 1974, più precisamente nel sud di Vienna, con il nome di Terme Oberlaa. Solo nel 2010 sono state convertite nelle Terme di Vienna: 26 vasche, 25 cabine per sauna e bagno turco, 2.500 lettini e un’area benessere di 6.000 metri quadri. Per l’appunto, tutto questo le rendono le terme più grandi dell’Austria.

Dal punto di vista architettonico le singole zone di questo centro termale sono disposte come pietre che circondano un ruscello che scorre lungo tutte le terme. Seguendo tale ruscello si passano cinque aree: le aree pietra della bellezza, pietra della quiete, pietra dell’esperienza, pietra sauna e pietra fitness. Tra queste due si trovano, poi, due grandi paesaggi termali che invitano al relax; qui ci sono, infatti, vasche interne ed esterne, panchine riscaldate e lettini.

I locali, le vasche e le aree acquatiche

Per quanto riguarda i locali, innanzitutto è da sottolineare una stanza profumata con letti ad acqua. Seguono una stanza con le sedie AlphaSphere per un profondo relax, ma anche una lounge del fuoco, la prima biblioteca termale dell’Austria, una lounge con audiolibri e un cinema.

Tra le piscine e le vasche, invece, si evidenzia la piscina in grotta. Le altre vasche e piscine si trovano nell’area esterna, denominata “il giardino delle stagioni”. Qui, c’è una piscina lunga 25 metri, una piscina di acqua sorgiva, una piscina di acqua salina e diverse altre piscine esterne. Inoltre, anche un campo da beach volley, una pista di bocce, un bar estivo, massaggi all’aperto e molte sedie a sdraio per rilassarsi.

Area bambini

Alle terme di Vienna c’è anche un’area dedicata ai bambini. Per loro, la struttura mette infatti a disposizione quattro scivoli, un canale acquatico, tre torri trampolino, un parco giochi acquatico, un teatro degli spettri e un palco per karaoke. L’animazione e l’assistenza per i bambini gratuite ogni giorno completano l’offerta al coperto.

La zona salina

In questo stabilimento termale c’è un’area interamente riservata ai trattamenti al sale. Accessibile esclusivamente a pagamento, tutti coloro che vogliano avere la possibilità di entrare nelle saune speciali, possono farlo. C’è anche un impianto di gradazione e un Floatarium. Quest’ultimo in particolare serve ad assicurare un relax in assenza di gravità. Tutte queste zone sfruttano gli effetti positivi del sale.

Il ristorante, la pasticceria, cosa fare oltre le terme

All’interno dello stabilimento termale di Vienna c’è anche un ristorante. Qui, nel Sauna-Bistro e nel Saftbar è possibile soddisfare anche i piaceri del palato! E a chi ha voglia di dolce consigliamo di provare la pasticceria Oberlaa. Questa attività storica di Vienna si trova proprio accanto alle terme e lavora ogni anno 16,5 tonnellate di cioccolata. In chiusura consigliamo una visita all’area Terme di Vienna Fitness. In alternativa una passeggiata nello storico parco termale Oberlaa, che circonda le terme. Qui sono molto apprezzati i giardini a tema: un labirinto di fiori, una città del cinema, un giardino dell’amore, un giardino giapponese e molto altro ancora: tutto questo crea un’atmosfera unica.

Terme di Vienna: i corsi

Una delle cose che si può fare alle Terme di Vienna è un corso di nuoto. Diviso per livelli (neonati, bambini, adulti) offre a tutti la possibilità di imparare a nuotare, migliorare il proprio stile o fare ginnastica in acqua; a tal proposito ricordiamo i corsi Aqua Body Fit e anche Aqua Circle Circle.

Le Terme di Vienna sono abilitate a fare degli esami di nuoto, dal momento in cui cooperano con la Austrian Water Rescue Federation. A tal fine, rilasciano diversi certificate: young swimmers (Frühschwimmer certificate), swimming without buoyancy aids (Freischwimmer certificate), proficient swimmers incl. diving (Fahrtenscwhimmer certificate) e, infine, all-rounders (Allround-Schwimmer certificate).

Importante evidenziare anche il mermaiding workshop, ossia un workshop incentrato sul nuoto in costume da sirena.

L’elenco dei corsi in forma completa è disponibile a questo link.

 

Terme di Vienna: massaggi e trattamenti

Alle Terme di Vienna è assolutamente di rilievo l’area dedicata ai massaggi e trattamenti. Qui, l’ospite può scegliere il trattamento di relax che più fa per lui. Fermo restando che l’elenco completo dei servizi benessere è disponibile cliccando su questo link, andiamo ora a scoprire insieme quali sono quelli principali!

Il massaggio svedese

Il massaggio svedese è un particolare tipo di massaggio occidentale nato in Europa. In realtà, questo tipo di massaggio è noto come “massaggio svedese” perlopiù in Olanda, in Ungheria e nei paesi di lingua inglese. In Svezia, esso è semplicemente noto come “massaggio classico“. Altri nomi con cui questa forma di massaggio viene indicata sono “massaggio tradizionale standard“, “massaggio classico occidentale” o “massaggio base occidentale“.

Come si svolge, obiettivo

Il massaggio svedese viene praticato con l’obiettivo di far raggiungere al massaggiato uno stato di benessere complessivo, sia a livello fisico che a livello psichico. Si caratterizza per l’esecuzione di differenti ma ben precise manipolazioni (sfioramenti, sfregamenti, impastamenti, frizioni, percussioni) di intensità più o meno elevata, talvolta anche con l’uso di oli caldi. Generalmente, è prevista la manipolazione dell’intero corpo ma, a seconda delle esigenze del massaggiato, è possibile manipolare anche solo alcune aree.

Indicazioni e controindicazioni

I benefici che ci si aspetta da una seduta di massaggio svedese sono molteplici. Tuttavia, è doveroso ricordare che, come avviene per qualsiasi altra forma di massaggio, anche in questo caso sono presenti alcune controindicazioni alla sua esecuzione.

Pertanto, oltre ad essere praticato per favorire il rilassamento e lo scioglimento di nervosismi e tensioni giovando alla mente, questa forma di massaggio viene utilizzata anche in caso di malessere e disturbi fisici allo scopo di alleviarli e, se possibile, di eliminarli.

Più nel dettaglio, secondo coloro che lo praticano, il massaggio svedese dovrebbe essere utile in caso di:

È bene precisare che in presenza di vere e proprie malattie (ansia e depressione patologiche, insonnia, ecc.), il massaggio svedese non deve essere considerato come una cura, quanto come un trattamento di supporto che può eventualmente essere associato alle terapie convenzionali, naturalmente previa autorizzazione medica. Nonostante ciò, in presenza di problemi di salute, l’utilità del massaggio svedese nel contrastare i sintomi che li caratterizzano non può essere garantita.

L’agopuntura

L’agopuntura è una tecnica di medicina alternativa che dunque non rientra nella categoria dei massaggi, ma in quella dei trattamenti. Fondata sulla medicina tradizionale cinese e basata su una visione olistica della vita, si effettua inserendo degli aghi in specifici punti del corpo umano. L’obiettivo è quello di promuovere la salute e il benessere dell’individuo, nonché di stimolare i punti e dunque correggere gli squilibri attraverso dei canali energetici, noti come meridiani.

Massaggio hot stone

Un altro massaggio che è possibile effettuare è il massaggio hot stone, ossia un massaggio con le pietre calde. Si tratta di una tecnica molto particolare di massaggio che prevede l’utilizzo di pietre a temperatura variabile (calde, ma a volte anche fredde). L’obiettivo principale è quello di decontrarre i muscoli, liberare dalle tensioni mentali e fisiche e suscitare un naturale benessere nella persona.

Questa tecnica mescola l’utilizzo di manovre occidentali fisiologiche a elementi dell’Ayurveda, e aiuta a dare sollievo per molti disturbi. Nel massaggio hot stone, l’operatore effettua un massaggio con pietre lisce e calde, le quali svolgono una funzione molto simile a quella delle mani. Le pietre calde vengono così apposte in determinati punti del corpo per coadiuvare l’azione del massaggio con le mani, creando così una piacevole variante per il massaggio classico e più tradizionale.

I molti benefici del massaggio con le pietre calde hanno rapidamente esteso a tutto il mondo la sua popolarità. L’hot stone aiuta a decontrarre i muscoli e stimola un rilassamento immediato del corpo, agendo in profondità grazie alla capacità della pietra di mantenere la temperatura gradevole e focalizzarne l’effetto sulle criticità segnalate al massaggiatore. La temperatura provoca la vasodilatazione, sfiamma e aiuta a migliorare la circolazione sanguigna, favorendo anche il lavoro dell’apparato nervoso.