Terme in provincia di Lecco

La provincia di Lecco: storia e territorio

Lecco è un comune italiano di circa  49.000 abitanti, capoluogo della provincia omonima situata nella regione Lombardia. Essa è nota per essere l’ambientazione de I promessi sposi di Alessandro Manzoni. Si trova sulla sinistra idrografica dell’Adda e si affaccia sul ramo orientale del lago di Como.

Il suo periodo di sviluppo fu nella seconda metà dell’XIX secolo, durante il dominio austriaco, in cui la città attraversò un periodo particolarmente fiorente che portò alla costruzione di palazzi e portici in stile neoclassico.

Lecco rappresenta uno dei primi centri industriali d’Italia, soprattutto per l’industria siderurgica, già attive nel XII secolo, tanto da essere conosciuta con l’appellativo di città del ferro.

Con questo articolo andiamo a trattare le Terme in Provincia di Lecco, una provincia lombarda molto ricca di centri termali e Spa-Centri Benessere.

Una visione generale sul parco termale offerto nella Regione Lombardia, potete trovarla al seguente hyperlink: Terme in Lombardia

 

Terme di Tartavalle, eccellenza di acque alcaline e cure idropiniche

In provincia di Lecco, non possiamo non parlare delle Terme di Tartavalle, una struttura termale situata nella frazione di Tartavalle, ma del comune di Taceno.

Questo stabilimento termale è alimentato da acque alcaline: in verità, le acque di Tartavalle sono le acque più alcaline d’Italia e provengono da due sorgenti: la prima è la sorgente Antica Fonte, mentre la seconda è la Sorgente Grotto. Queste acque sono molto efficaci se usate in ambito curativo nei confronti di patologie all’apparato urinario, ma anche per alcuni disturbi del metabolismo, come il diabete, o come le spesso frequenti alterazioni della presenza di grassi nel sangue. Sono indicate, inoltre, nella cura delle patologie dell’apparato gastro-intestinale e gastroenterico.

Il vero punto di forza di questo centro, infatti, sono proprio le cure idropiniche. Si tratta di cure a base acque termali oligominerali o bicarbonate indicate quando si hanno delle problematiche a carico del fegato, ma anche se si soffre di calcolosi renale.

Come funzionano le cure idropiniche? Questo trattamento prevede l’assunzione delle suddette acque a determinate condizioni di temperatura; il tutto, però, va fatto con ritmi scanditi, con precisione e seguendo un iter temporale. Se praticati secondo il regolamento, infatti, i trattamenti idropinici aiutano in maniera significativa nel ristabilimento delle funzioni naturali del proprio organismo.

Va da sè, però, che è un trattamento individuale e personalizzato: è proprio perché l’obiettivo è il ripristino delle proprie funzioni che le cure idropiniche devono necessariamente essere definite in relazione alle specifiche esigenze fisiche di ognuno e su indicazione del medico termale. Il nostro corpo, si sa, può reagire diversamente a seconda di ognuno di noi e dunque può avere delle determinate esigenze, diverse rispetto a quelle di un’altra persona.

 

Monticello SpA

Il centro di Monticello SpA è assolutamente moderno e si sviluppa in circa 5000 mq. Ci sono 7 vasche esterne e 14 ambienti sensoriali. A questi, si aggiungono le cerimonie di benessere, ma anche i diversi massaggi e trattamenti, per un totale di 45 opzioni di scelta. Ci sono, poi, altri 1000 mq dedicati al fitness.

Per quanto riguarda le vasche, ognuna differisce dall’altra sia per la temperatura dell’acqua, sia per l’ambientazione. Ad esempio, la Vasca Salina ha delle acque calde e salmastre; invece, la Vasca di Reazione ha un’acqua fredda, della temperatura di 15°C. Generalmente è consigliata al momento dell’uscita da una sauna, per riequilibrare termicamente il corpo.

Della Spa fa anche parte la zona denominata “Calore e Tepore”: si tratta di stanze relax ispirate ai quattro elementi naturali. Le stanze alternano colori tenui a profumi naturali e sono dotate anche di lettini in cui l’ospite, con il proprio telo, può sdraiarsi comodamente. In questa zona si può anche effettuare l’accesso all’hammam e ai bagni di vapore, per un percorso sensoriale che poi culmina nel tepidarium.

Infine, le Cerimonie di Benessere. In alcune sale dedicate a queste particolari cerimonie, si possono effettuare il rito Aufguss tradizionale e fare trattamenti estetici e di purificazione. Tra questi, la maschera alle rose e vapori di miele, che unisce in particolare il tatto, l’olfatto, il gusto.

 

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Grotte di Camerano

Grotte di Camerano Se state visitando le Terme nelle Marche, e vi trovate in provincia di Ancona, sappiate che a soli 4 km di distanza

Terme nelle Marche

Generalità sulle Terme marchigiane nelle varie province Al pari di molte altre regioni d’Italia, anche le Marche sono ricche di centri termali e strutture in

terme di chianciano

Terme Sensoriali di Chianciano

Vacanza di relax alle Terme Sensoriali Chianciano La vita odierna è sempre più frenetica, sempre più veloce: se state leggendo questo articolo sulle Terme Sensoriali

Terme di Sassetta

Dove si trovano? Le Terme di Sassetta si trovano nel Comune di Sassetta in provincia di Livorno. Questo comune si trova nella Val di Cornia,

Terme di Catullo

Terme di Catullo: le terme decantate dal poeta Catullo Riconosciute dal FAI, il Fondo Ambiente Italiano, la fondazione italiana che si occupa della tutela, della