Terme Sensoriali

Le Terme Sensoriali

Le terme Sensoriali sono delle strutture termali in cui è possibile stimolare i cinque sensi e le emozioni. In Italia, l’unico esempio di terme sensoriali è rappresentato dalle Terme Sensoriali di Chianciano. Oggi, in quest’articolo, andremo a descrivere i cinque percorsi  e le venti stanze delle Terme di Chianciano, non prima di aver spiegato come funzionano le terme sensoriali.

Il principio cardine delle terme sensoriali

Le terme sensoriali si basano su alcuni studi legati ai cinque sensi. Questi ci spiegano come, concentrandosi su un senso piuttosto che un altro, si possono riscontrare dei benefici su tutto il corpo. Lo studio più recente è datato al 2015 e vede come protagonisti due ricercatori della University of London; queste due persone di spicco hanno provato come una serie di brani musicali, allegri o tristi, fossero in grado di trasformare le percezioni visive delle persone. Dunque a loro volta le persone, a seconda dell’estratto musicale ascoltato, vedevano, in alcune immagini che rappresentavano volti, un’espressione triste o felice. Questo esperimento è stato esteso agli altri sensi ed inoltre altri scienziati hanno avanzato una correlazione tra le emozioni e il senso del bilanciamento, della temperatura, del dolore.

La sensorialità è molto curata soprattutto in America, sulla base della medicina Maya: lì sono praticati numerosi trattamenti terapeutici di tipo olistico. Stimolando i sensi, infatti, si indirizzano le emozioni e si ottiene un bilanciamento energetico e biodinamico.

 

Terme Sensoriali a Chianciano: i 5 percorsi

Chianciano Terme, che rientra tra le Terme della Toscana e, nello specifico, tra le Terme in provincia di Siena, è l’unico esempio in Italia di terme legate alla sensorialità. In questa struttura termale ci sono cinque percorsi di benessere per la cura di corpo e spirito, tutti studiati da naturopati qualificati professionalmente. Tra questi, il percorso depurativo, energizzante, riequilibrante, rilassante ed il percorso del gusto. Ognuno può scegliere un percorso ed ottenere uno specifico risultato, concordato con il proprio naturopata, anche se in generale tutti i percorsi si intrecciano tra loro nell’arco di 20 stanze ed attività, che vedremo subito di seguito. Ulteriori informazioni si possono trovare nella sezione dedicata del sito di Termesensoriali.it.

Terme Sensoriali a Chianciano: le 20 stanze

Scopriamo insieme le 20 stanze delle terme Sensoriali di Chianciano, dividendole per fasce di cinque locali.

Stanza 1-5

  1. La stanza del sale: in questa cabina è possibile praticare la haloterapia, che permette di immettere il salgemma nell’organismo attraverso la respirazione e l’assorbimento della pelle. Ogni superficie, ossia pareti e pavimenti, si presenta ricoperta di sale secco, che viene ionizzatoattraverso un getto speciale, rilasciando le sue proprietà nell’aria.  I benefici della stanza del sale riguardano principalmente i problemi respiratori.
  2. L’aromaterapia energizzante: L’aromaterapia riguarda il senso dell’olfatto; si basa sull’utilizzo di oli essenziali estratti dalle piante o dai fiori. Questi, sono in grado di curare disturbi come crampi, raffreddore e mal di testa. In questa cabina, l’ospite inala la nebulizzazione degli oli essenziali con proprietà depurative. Se invece si vuole stimolare il senso del tatto, l’aromaterapia si può praticare anche attraverso dei massaggi: sul corpo dell’ospite vengono applicati gli oli essenziali.
  3. Il bagno turco: Si tratta di un bagno di vapore che stimola principalmente il senso del tatto, visto che il corpo è esposto prima ad elevate temperature e poi a una doccia di reazione. Inoltre, la pelle ne esce purificata.
  4. Il calidarium: è anch’esso un bagno di vapore, dove la temperatura raggiunge i 55°C e l’umidità il 95%. Non prevedendo l’utilizzo di prodotti da inalare, o di massaggi, è solo un ambiente purificatore.
  5. La camminata nel fiume: il funzionamento di questo percorso è simile allo Kneipp, e dunque stimola la sensorialità del tatto. Il freddo restringe il calibro dei vasi sanguigni, mentre il caldo determina l’effetto contrario. Tutto questo stimola le pareti dei vasi e la circolazione sanguigna. Ecco perché questo trattamento è utile per chi ha problemi vascolari, con particolare indicazione per le donne in stato di gravidanza con problemi di pesantezza agli arti inferiori.

Stanze 6-10

  1. La cromoterapia: coinvolge il senso visivo. Di base, è una medicina alternativa che impiega i colori per il trattamento di diversi disturbi. Si fonda sull’assunto che i colori siano manifestazioni di energia che possono favorire l’armonia tra corpo e mente, influenzando in modo del tutto naturale la salute dell’individuo.
  2. Docce di contrasto: coinvolgendo l’olfatto, queste docce aromatizzate sono aiutate da piogge tropicali profumate di rosmarino e sandalo. A seguire, le docce emozionali che riscaldano il corpo per i trattamenti successivi. Si unisce anche il senso della vista con i giochi di luce.
  3. Docce sensoriali: queste docce stimolano la vista e l’olfatto, dal momento in cui si tratta di un circuito di docce decorato di mosaici sui toni del verde da cui esce acqua a varie temperature, aromi e luci.
  4. Grotta della Fonte: tale ambiente è legato solo ad uno scopo curativo: infatti, l’ospite delle terme sensoriali può bere quella che è denominata Acqua Santa, ossia un’acqua che sgorga nel Parco omonimo alla temperatura di 33°C. Si tratta di un’acqua termale e minerale, classificata come bicarbonato-solfato-calcica. Ad esempio tra i suoi benefici principali, ricordiamo che quest’acqua favorisce l’eliminazione degli effetti delle terapie farmacologiche di lunga durata, come i contraccettivi orali.
  5. Ice Crash: coinvolgendo la sensorialità tattile, la terapia del freddo si svolge in un locale in cui l’ospite incontra l’acqua nella sua declinazione fredda, ma anche solida, che può culminare nell’impatto con ghiaccio in blocchetti.

Stanze 11-15

  1. Melmarium: in questa sala giocano un ruolo importante il tatto e l’olfatto. Infatti, qui risiede la grotta delle argille, ossia un luogo da cui si può attingere il fango termale arricchito da fitoessenze profumate. Va detto che generalmente si spalma sul corpo con un rituale ludico.
  2. Musicoterapia: la cabina della musicoterapia coinvolge l’udito e l’olfatto. Infatti, l’ospite accede alla sala e si sdraia su una chaise longue, mentre ascolta musica e guarda i colori in diffusione proiettati sul soffitto. I colori sono naturalmente sette, in riferimento ai chakra.
  3. Nebbie fredde: questa è una sala sensoriale per il tatto. Al centro di questa cabina c’è un erogatore di ghiaccio, che favorisce la ginnastica vascolare.
  4. Piramide energetica: questa è la più particolare tra le esperienze sensoriali, perché in primis ricalca la piramide di Cheope. L’ospite che decide di accedere in questa struttura, lo fa passando in uno spazio un po’ stretto, ma una volta al suo interno può godere di giochi di luce e colori, quindi coinvolgendo il senso visivo.
  5. Sauna etrusca: anche qui è molto importante il senso visivo, dal momento in cui la sauna etrusca presenta dei colori che richiamano al rosso fuoco. Si aggiunge anche l’olfatto, perché nella sala ci sono dei profumi toscani che fanno riferimento agli Etruschi.

Stanze 16-20

  1. Sauna finlandese: tra le saune, questa è la più classica della struttura. Qui, si praticano bagni di vapore ad aria secca ed aria purificata.
  2. Stanza del silenzio interiore: come la piramide che ricalca la struttura di Cheope, anche questa è una delle sale più particolari della struttura. Questo perché molto suggestiva e coinvolge almeno due sensi: innanzitutto è buia e con musica emozionale. Secondariamente, l’illuminazione ha dei toni aranciati e l’ambiente è insonorizzato e tondeggiante.
  3. Vasca salina: è un ambiente esterno che si immerge nel verde del Parco AcquaSanta, già obbligando il senso della vista a partecipare al percorso sensoriale. Inoltre, l’apertura è attivata da una fotocellula.
  4. Vasca sensoriale: questa è la vasca che coinvolge tre sensi. Prima di ogni cosa, l’olfatto: è profumata da essenze fitoterapiche; in aggiunta, si pratica cromoterapia e musicoterapia, quindi coinvolgendo vista e udito, rispettivamente.
  5. Vasca relax: Termina il percorso sensoriale la vasca relax. In unione alle altre vasche esterne, questa è dedicata esclusivamente al rilassamento muscolare mediante l’idromassaggio.

 

Il programma di dimagrimento al Centro Benessere

Al piano superiore delle Terme sensoriali di Chianciano è situato il Centro Benessere. Questo dispone di tecnologie moderne ed è stato proprio pensato per usarle al servizio della remise en forme. Si possono anche effettuare trattamenti di estetica classica e tecniche orientali di naturopatia e medicina olistica. Il punto di forza di questo centro è il fatto che è possibile intraprendere programmi specifici per il dimagrimento, il recupero dell’elasticità e tonicità cutanea. Inoltre, molto rinomato l’effetto anti-age derivato dall’uso di tecnologia all’avanguardia.

Per quanto riguarda il percorso del gusto, invece, il direttore scientifico delle Terme Sensoriali ha ideato un percorso buffet. Si specifica che il direttore, il professor Nicola Sorrentino, è anche specialista in Scienza dell’alimentazione e Dietetica, in Idrologia, Climatologia e Talassoterapia. Questo percorso buffet, dunque, è un evento svolto in una sala raffinata in cui la leggerezza dei piatti si coniuga con la bontà, stimolando anche gli altri sensi.Di rilievo anche il senso della vista: c’è attenzione anche e soprattutto sui colori degli alimenti proposti nei vari piatti. Infatti, secondo gli esperti di cromoterapia, le funzioni dell’organismo sono influenzate, oltre che dalla composizione degli alimenti, anche dal loro colore. Questo determina una cura immediata e anche una disintossicazione, a cui si aggiunge il dimagrimento.

Cosa aspettate a prenotare anche voi un ingresso alle terme sensoriali di Chianciano, scegliendo il percorso più idoneo per la vostra situazione?

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Grotte di Camerano

Grotte di Camerano Se state visitando le Terme nelle Marche, e vi trovate in provincia di Ancona, sappiate che a soli 4 km di distanza

Terme nelle Marche

Generalità sulle Terme marchigiane nelle varie province Al pari di molte altre regioni d’Italia, anche le Marche sono ricche di centri termali e strutture in

terme di chianciano

Terme Sensoriali di Chianciano

Vacanza di relax alle Terme Sensoriali Chianciano La vita odierna è sempre più frenetica, sempre più veloce: se state leggendo questo articolo sulle Terme Sensoriali

Terme di Sassetta

Dove si trovano? Le Terme di Sassetta si trovano nel Comune di Sassetta in provincia di Livorno. Questo comune si trova nella Val di Cornia,

Terme di Catullo

Terme di Catullo: le terme decantate dal poeta Catullo Riconosciute dal FAI, il Fondo Ambiente Italiano, la fondazione italiana che si occupa della tutela, della