Asmana Firenze: Terme e wellness

Terme Asmana: dove si trovano

Le Terme Asmana fanno parte delle Terme della Toscana. Più precisamente, sono delle Terme in provincia di Firenze. La struttura si trova a Campi Bisenzio ed è perfettamente raggiungibile sia con l’auto che con i mezzi pubblici. In realtà, anche se sono chiamate comunemente “Terme Asmana”, l’edificio è un centro wellness. In questo stabilimento, è possibile fare dei percorsi all’interno della Spa Centro Benessere.

Dalle Terme di Asmana, attraverso la Strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, si raggiungono facilmente le Terme del bacino delle Terme Pisane e le Terme in provincia di Livorno. Per raggiungere le Terme di Sassetta bisogna uscire dalla SGG FI-PI-LI e imboccare la E80 al casello di Collesalvetti e proseguire in direzione sud, prima su E80 e successivamente su strada statale SS1 per circa un’oretta.

Terme Asmana: Il percorso benessere

Al centro wellness delle terme Asmana è possibile fare un percorso benessere. I servizi disponibili nella Spa sono diversi; il percorso benessere comprende: percorsi acqua, percorsi sauna e percorsi hammam. Nel percorso benessere, inoltre, è compresa anche una zona in cui ci sono le stanze del relax.

Percorso acqua

Il percorso acqua delle Terme Asmana si sviluppa attraverso vasche, grotte, vortici. L’acqua delle Terme Asmana sgorga ad una temperatura tra i 35 e i 37°C. Alimenta sia le vasche interne che le esterne; nelle vasche esterne, in inverno, si può ammirare il cielo stellato ed è particolarmente indicato per le coppie. Sia le piscine interne che esterne comprendono l’idromassaggio per un totale di oltre 60 postazioni. Ora scopriamo insieme cosa comprende il percorso acqua.

  • Pediluvio: è una zona rettangolare di acqua calda situata nella prima parte del percorso acqua. L’ospite può immergere i piedi e riattivare la circolazione. La pelle, inoltre, risulterà levigata.
  • Vasche: la vasca interna è collocata al piano terra ed è piena di acqua salina. Quella esterna, invece, è una vasca dedicata maggiormente al relax. Ci si può immergere sorseggiando un cocktail.
  • Grotta: si tratta di una cavità naturale in cui c’è una cascata di acqua a 8 metri di altezza. Questa cascata serve a stimolare la risoluzione di problemi legati alla cervicale. Nella grotta si effettua cromoterapia e si può anche fare il percorso Kneipp.
  • Vortice: è un fiume d’acqua che si può percorrere controcorrente. Serve a riattivare la circolazione. Mentre l’ospite cammina per la vasca d’acqua, dal centro arrivano dei getti d’acqua. Anche questi, servono a stimolare l’apparato circolatorio e sciogliere le contratture muscolari.

Percorso sauna

Il percorso sauna delle Terme Asmana richiama allo stampo olistico. Infatti, la sauna è da tempo considerata come un luogo di culto. I vapori sono l’espressione dello spirito e della purificazione, poiché sono il risultato del fuoco e della trasformazione dell’acqua. Nel percorso sauna ci sono quattro stanze a tema. In ogni stanza c’è una diversa temperatura e ci sono differenti ambientazioni. Vediamo insieme le varie cabine proposte nel percorso sauna:

  • Biosauna Zen: si tratta di una sauna con una temperatura di 60° ed un basso tasso di umidità. Il funzionamento prevede un vaporizzatore che riscalda delle erbe e degli aromi contenuti all’interno della cabina. Questo ha l’effetto di produrre aromaterapia. Compatibilmente, le pareti a vetri alternano più colori, andando a delineare una cromoterapia.
  • Sauna delle Erbe: questa sauna ha un’umidità ancor più bassa della Biosauna Zen. La sua temperatura, invece, è di circa 70°C. È indicata per lo svolgimento di rituali multisensoriali, ossia dei riti purificatori. Questi riti si svolgono tramite la combinazione di musica, colori e aromi.
  • Wine Sauna: il suo nome deriva dal soffitto e dal braciere ottenuti da un particolare legno in cui veniva invecchiato il vino delle colline toscane. È una sauna finlandese alla temperatura di 80°C e un tasso di umidità del 20%. Si trova in esterno, in un giardino, in forma semi-interrata. È indicata per cerimonie emozionali.
  • Sauna Indiana: è la sauna più grande d’Italia dedicata interamente all’India. La sua temperatura interna raggiunge gli 80°C, mentre l’umidità è al 15%. All’interno di questa cabina, l’ospite può ascoltare una musica indiana e osservare le pareti, che hanno delle mattonelle a tema.
  • Cerimonie in Sauna: nella sauna si può effettuare la cerimonia del benessere, o Rituale Aufguss. Questo rito dura 10 minuti e si svolge con l’ausilio di un maestro: questi, versa su un braciere una miscela di acqua fredda con oli essenziali e poi dirige il vapore prodotto verso gli ospiti. Rispetto alla sauna tradizionale, il rituale Aufguss è più rapido. Quindi, permette di allontanare dall’organismo le tossine e i microorganismi nocivi. Il calore, inoltre, regolarizza la pressione e c’è dilatazione dei vasi sanguigni, utile per chi ha problemi di microcircolo. Gli oli essenziali, invece, hanno in sé le proprietà delle piante da cui derivano, quindi sono in grado di agire sull’organismo.
  • Zona infrarosso: in questa cabina è possibile effettuare delle sedute a infrarossi. L’ospite è sdraiato o in posizione comoda sotto delle lampade ad infrarossi; queste, stimolano la circolazione, rafforzano il sistema immunitario e migliorano il metabolismo.

Percorso Hammam

Il percorso Hammam è un’altra area del centro wellness delle Terme Asmana. C’è da dire, però, che l’Hammam Asmana è il più grande d’Europa! Ispirati agli hammam africani, le varie sale di questa zona propongono diversi rituali. La linea guida di ogni sala, però, è sempre una vasca ottagonale, i bagni di vapore, le piastrelle con i disegni orientaleggianti. Vediamo insieme le varie cabine!

  • Tepidarium: Il Tepidarium ha una temperatura di 35° e un tasso di umidità del 30%. In questa cabina si prepara il corpo per tutti i processi di sudorazione che saranno completati negli ambienti più caldi. Di solito è la prima cabina in cui si accede, per consentire all’ospite di abituarsi alle temperature, sia in entrata che in uscita.
  • Bagno sensoriale: è una cabina che ha una temperatura di soli cinque gradi in più del tepidarium. L’umidità, però, è al 100%. Si tratta di un bagno turco con vapore che viene aromatizzato agli agrumi. Lo scopo è quello di pulire il corpo in maniera completa. Proprio a causa dell’umidità e della temperatura di questa cabina, c’è molta sudorazione e quindi espulsione delle tossine.
  • Bagno purificante: in questa sala c’è lo stesso tasso di umidità della cabina ai bagni sensoriali, ma una temperatura di 45°C. Anche questa cabina è un bagno turco. La sua particolarità è la stufa interna che è in grado di diffondere i profumi e gli aromi degli oli essenziali. L’essenza che domina in questa sala è l’aroma di eucalipto. Questo principalmente perché ha un’azione decongestionante per le vie respiratorie. È importante ricordare che è entrando nel bagno purificante che si svolgono tutti i giorni delle cerimonie scrub.
  • Stanza della schiuma: nella stanza della schiuma si effettuano solo trattamenti benessere come massaggi e altri trattamenti dedicati al rinvigorimento della pelle. La stanza della schiuma, però, è anche importante perché è la sala iniziale del rituale hammam. La prima cosa che viene fatta all’ospite è quella di uno scrub al sapone nero: si tratta di un sapone naturale ottenuto da acqua e olio d’oliva, più minerali. La consistenza è simile al burro e anticamente veniva usato per esfoliare la pelle
  • Rituale hammam: una volta effettuato lo scrub al sapone nero nella stanza della schiuma, si passa nel bagno sensoriale, che apre i pori e permette ai prodotti di penetrare nel derma. A termine di questo trattamento, c’è il savonage: si tratta di un massaggio con schiuma profumata. Questa cabina comprende anche un servizio: durante il rituale, infatti, viene servito agli ospiti del tè caldo. Secondo la tradizione che proviene dal marocco, questo rituale hammam può essere svolto in gruppi composti da un massimo di 5 persone.
  • Cerimonie in hammam: infine, in quest’area – meglio, nel bagno purificante – si effettuano le cerimonie del sale. C’è sempre l’ausilio di un “Maestro di Cerimonia”. Questi, tramite dei movimenti a ritmo, prende un asciugamano e dirige il vapore caldo verso gli ospiti. La differenza con il rituale Aufguss è che in questo trattamento si offrono anche Sali del Mediterraneo arricchiti con cacao o erbe aromatiche. Sono utili per un peeling per il corpo.

Stanze del relax

Infine, le stanze del relax. In riferimento al simbolismo e alla magia dei numeri, le stanze sono sette, che è un numero sacro. Ognuna ha un nome che richiama ad un elemento naturale o ad un metallo prezioso, ma anche a risorse terrene e spirituali.

  • Stanza dei Nidi: è una stanza del relax in cui il filo conduttore è il nido. Ci sono nidi e sdraio che sono appesi al soffitto e l’ambiente circostante è naturalistico. Inoltre, dominante il cinguettio degli uccelli.
  • Stanza del Fieno: Stanza in cui l’elemento portante è il fieno, quest’ultimo viene raccolto a mano a 1700 metri sopra il livello del mare. Precisamente, proviene dalle montagne del Sud Tirolo.
  • Stanza dell’Acqua: essendo l’acqua il tema portante, in questa sala lo staff della struttura ha scelto di disporre dei materassi ad acqua riscaldata. La loro primaria funzione, oltre a favorire il rilassamento, è quella di assecondare la postura naturale del corpo. Al centro della stanza c’è un baldacchino, e di sottofondo ci sono le onde del mare.
  • Stanza del Sale: indicata per i problemi dell’apparato respiratorio, in questa sala è possibile effettuare la haloterapia.
  • Stanza dell’Oro: si tratta di una zona relax in cui le pareti sono del colore dorato. È consigliata appena si è usciti dalla sala delle erbe del rituale hammam, per rigenerarsi. La particolarità di questa sala sono le altalene indiane.
  • Stanza del Fuoco: in questa cabina è possibile ascoltare musica balinese o effettuare delle meditazioni sul fuoco. Al centro della sala e vicino le pareti ci sono delle candele, e ciò favorisce la meditazione e il rilassamento, i colori vanno a stimolare il chackra della radice. Particolari anche i manufatti indiani e gli intagli a mano.
  • Il Tempio: ultimo, ma non per importanza, il tempio. Come suggerisce il nome, è una sala per la meditazione. La particolarità è senz’altro il rumore delle gocce d’acqua che, cadendo dal soffitto, vanno a depositarsi nel recipiente al centro della stanza. Questo rumore, per l’appunto, favorisce il rilassamento e induce una corretta meditazione.

Altre Terme in prossimità di Terme Asmana

Facilmente raggiungibili, in circa un’ora e trenta minuti di auto, attraverso il raccordo autostradale Firenze-Siena, sono le Terme di Petriolo, appartenenti al bacino delle Terme in provincia di Siena.

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Grotte di Camerano

Grotte di Camerano Se state visitando le Terme nelle Marche, e vi trovate in provincia di Ancona, sappiate che a soli 4 km di distanza

Terme nelle Marche

Generalità sulle Terme marchigiane nelle varie province Al pari di molte altre regioni d’Italia, anche le Marche sono ricche di centri termali e strutture in

terme di chianciano

Terme Sensoriali di Chianciano

Vacanza di relax alle Terme Sensoriali Chianciano La vita odierna è sempre più frenetica, sempre più veloce: se state leggendo questo articolo sulle Terme Sensoriali

Terme di Sassetta

Dove si trovano? Le Terme di Sassetta si trovano nel Comune di Sassetta in provincia di Livorno. Questo comune si trova nella Val di Cornia,

Terme di Catullo

Terme di Catullo: le terme decantate dal poeta Catullo Riconosciute dal FAI, il Fondo Ambiente Italiano, la fondazione italiana che si occupa della tutela, della