Le Migliori Terme in Abruzzo

Migliori terme in Abruzzo

Siete tra l’adriatico e gli Appennini e cercate un modo per rilassarvi? Ebbene, in quest’articolo vedremo proprio le migliori terme in Abruzzo! Sì, perché questa regione italiana non è famosa solo per i suoi bellissimi parchi naturali, per le catene montuose o per la Costa dei Trabocchi! No: l’Abruzzo conta anche cinque località termali: Canistro, Caramanico, Popoli, Raiano, Rivisondoli. Andiamo, quindi, a scoprirle insieme!

 

Terme di Canistro

Tra le migliori terme in Abruzzo figurano proprio le Terme di Canistro. Questa struttura termale si trova proprio nell’omonimo comune, in provincia di L’Aquila.

La località di Canistro

In realtà Canistro è molto particolare perché situato nella famosa Comunità Montana Valle Roveto. Infatti, questa località propone, per sua natura, diversi sentieri e itinerari naturalistici: i Monti Simbruini, il Parco della Sponga, Peschiera. E soprattutto, la Piana del Fucino, nota già all’imperatore Claudio, che bonificò la zona.

Acque termali e fonte

Le acque termali che alimentano le terme di Canistro sono di tipo oligominerale e provengono dalla nota Fonte Santa Croce. Conosceremo già questo nome probabilmente per il fatto che queste acque, essendo appunto di natura oligominerale, si possono bere e dunque sono presenti nel commercio italiano di acqua. Ma andiamo a scoprire insieme la storia di questa Fonte e le proprietà di queste acque. Vediamo, quindi, come possono essere impiegate a livello curativo!

Storia della Fonte Santa Croce

Le acque che provengono dalla Fonte Santa Croce sgorgano a 750 metri di latitudine tra i Monti Simbruini ed Ernici e la Marsica. Anticamente, proprio per la sua posizione, era molto usata dai popoli italici ed in particolare dai briganti; era però nota come fonte del Fiuggino, per l’estrema similarità alla Fonte che alimentava le terme di Fiuggi.

Proprietà e benefici delle acque Fonte Santa Croce

Essendo un’acqua di tipo oligominerale, è molto adatta per contrastare le malattie urinarie e trattare i calcoli renali. Queste acque, infatti, sono acque da bere; sono dunque molto utili nelle cure idropiniche, essendo tra l’altro ricche di magnesio. Quando vengono prelevate dalla sorgente, sono imbottigliate ad una temperatura naturale di 9,5 gradi.

 

Terme di Caramanico

Seconde tra le migliori terme in Abruzzo sono le Terme di Caramanico. Situate nell’omonima località in provincia di Pescara, il suo territorio è naturalmente ricco di acque sorgive. Queste, sono molto buone sia come fonti di acqua termale che di acqua pura e ottima da bere.

Acque termali e sorgenti

Le acque termali di Caramanico provengono da tre sorgenti: la fonte “La Salute“, la fonte “Gisella” e la fonte “Pisciarello”. La prima è una sorgente di acqua termale sulfurea, con un elevato contenuto di idrogeno solforato. Gisella, invece, è una fonte di acqua termale minerale sulfurea ad elevato grado solfidrometrico. Infine, la fonte Pisciarello è una sorgente di acqua oligominerale, che dunque è preferibile nelle cure idropiniche per i suoi importanti effetti diuretici.

In generale, possiamo dire che le acque termali di Caramanico offrono importanti effetti sull’apparato respiratorio, osteo-articolare, digerente, dermatologico e anche sulle patologie otorinolaringoiatriche. Inoltre queste acque sono rinomate per la cura di malattie gengivali e ginecologiche.

Cure termali e trattamenti

Alle terme di Caramanico è possibile effettuare diversi trattamenti e cicli di terapie termali. Alcune di queste sono in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale. Lo stabilimento, infatti, offre: un ampio reparto dedicato alle cure inalatorie; a questo proposito, occorre fare già una precisazione, dal momento in cui in questa struttura c’è anche un reparto pediatrico, per la stessa tipologia di cure. A seguire, un reparto per i trattamenti di fangoterapia; qui, ad esempio, è possibile effettuare l’applicazione di fanghi per la cura di dolori osteoarticolari e reumatici. Completa il centro termale una vasta area benessere in cui è possibile rigenerarsi attraverso la massoterapia, ma anche trattamenti termali estetici. Ultimi, ma non per importanza, la palestra attrezzata ed il centro sanitario. Qui, il personale medico qualificato vi indicherà i vari cicli termali terapeutici opportuni per il vostro percorso.

La Spa Resort Termale La Réserve nella zona delle Terme di Caramanico che ha una notevole offerta di servizi di medicina estetica tra cui anche la Intralipoterapia.

 

Terme di Popoli

Anch’esse in provincia di Pescara, le Terme di Popoli sono tra le migliori terme in Abruzzo. Questo perché sono rinomate per quanto riguarda le cure idropiniche. Infatti, queste terme vantano acque ricche di qualità, che si rivelano efficaci nel trattamento di diverse patologie e nella cura della persona.

Acqua termale e sorgente

L’acqua termale di Popoli sgorga dalla sorgente De Contra. Diversamente da quanto detto con le precedenti fonti, queste acque sono di tipo sulfureo-bicarbonato-calciche. Ugualmente alle altre sorgenti, l’acqua termale delle Terme di Popoli è oligominerale; tuttavia, è caratterizzata sopra le altre cose da un grado solfidrometrico molto alto.

L’acqua sgorga in maniera naturale ad una temperatura di circa 15 gradi; a livello compositivo, l’analisi chimica afferma che è un’acqua ricca di magnesio e di calcio.  Il suo ph è neutro e ciò è perfettamente compatibile con il nostro organismo; per questo, è ideale da bere e da utilizzare nelle cure idropiniche che si possono ovviamente effettuare nello stabilimento termale di Popoli.

Cure e trattamenti termali

Come già detto in precedenza, nello stabilimento termale di Popoli si possono fare le cure idropiniche. Ma non sono solo queste le varie terapie termali disponibili. Ad esempio, in questa struttura c’è un centro riabilitazione. Oppure, l’ospite può decidere di sottoporsi a trattamenti benessere e termali di medicina estetica.

Per quanto riguarda le patologie e le cure relative, la struttura termale di Popoli dispone della possibilità di curare e riabilitarsi da diverse patologie. Tra queste: dermopatite, affezioni dell’apparato digerente, patologie dell’apparato respiratorio, disturbi al fegato, patologie dell’apparato locomotore. Tutto ciò si può curare con: docce nasali, fangoterapia, irrigazioni nasali, idropinoterapia, nebulizzazioni, ventilazioni polmonari, politzer, inalazioni caldo-umide, humage.

 

Terme Alte di Rivisondoli

Con il nome di Terme Alte si fa riferimento alle Terme di Rivisondoli, la penultima delle migliori terme in Abruzzo. Collocate nelle vicinanze della località omonima, queste terme sono in realtà molto particolari, poichè inserite in un angolo di paradiso naturale. Infatti, lo stabilimento attuale è stato costruito di recente nella città abruzzese, che però era da sempre conosciuta come stazione sciistica. Questi due elementi, quindi, rende questa struttura termale ideale per una vacanza invernale all’insegna del relax termale e del divertimento sulla neve.

Acqua termale e fonte

L‘acqua termale delle Terme di Rivisondoli proviene dalla sorgente di Strapuzio. Sul piano compositivo, si può affermare con certezza che è ricchissima di zolfo e di micro-organismi; in particolare questi ultimi favoriscono la rigenerazione delle cellule della pelle e ne contrastano l’invecchiamento. Dalla fonte di Strapuzio non proviene solo l’acqua termale che alimenta le Terme Alte, ma anche i fanghi termali. Provenendo dai getti d’acqua della sorgente, è un fango molto prezioso e altamente naturale.

Cure e trattamenti termali

Sono proprio l’acqua e i fanghi termali a permettere che al Centro Terme Alte di Rivisondoli ci sia una vasta offerta di cure. Stiamo parlando non solo delle cure termali, ma anche di numerosi trattamenti termali terapeutici. Soprattutto, c’è la possibilità di rilassarsi anche sottoponendosi a trattamenti termali Spa e wellness. Vediamo insieme un breve elenco, che riporta alcuni dei migliori trattamenti e servizi termali di cui possiamo godere alle Terme Alte di Rivisondoli:

  • fangoterapia: anti-age, idratante, anti-cellulite, purificante, tonificante
  • docce termali
  • sauna, bagno turco
  • area relax
  • centro omeopatico
  • trattamenti estetici
  • vasca idromassaggio termale con vista panoramica
  • cromoterapia
  • musicoterapia
  • cicli di inalazioni e aerosol
  • trattamenti termali per bambini

 

Terme di Raiano: Terme di Ovidio

Infine, ultime ma non per importanza, le Terme di Raiano. Anch’esse, infatti, sono tra le migliori terme in Abruzzo. Altrimenti dette anche Terme di Ovidio, devono il suo nome al poeta latino, originario di Sulmona, che dunque rappresenta anche una delle attrazioni da vedere nei dintorni delle terme.

Terme di Raiano: dove si trovano

Le terme di Ovidio si trovano in provincia di L’Aquila e distano dal capoluogo circa 60km. Inoltre, sono particolari anche perché posti al centro tra quattro parchi naturali dell’Abruzzo. Hanno, poi, un’altitudine di 400 metri, peculiarità che di fatto le rende accessibili in qualsiasi stagione; questo perché d’estate la zona è abbastanza ventilata e di inverno, invece, il centro termale è vicino alle principali postazioni sciistiche.

Storia delle terme di Raiano

Storicamente, le Antiche terme di Ovidio risalgono al periodo della Roma repubblicana. Infatti, lo storico e naturalista Plinio il Vecchio menzionò questa località termale nella sua Naturalis Historia. Nonostante la modernità evidente della struttura e le recenti opere di ristrutturazione, in realtà nel plesso termale restano ancora delle vecchie rovine di quello che furono nel periodo antico di Roma. Trattasi, dunque, delle antiche vestigia del vecchio stabilimento termale.

Acque termali, le quattro fonti

Raiano è un centro termale alimentato da diverse sorgenti. Quella principale è sicuramente la Fonte La Solfa, che emette un’acqua termale ricca di solfati. Seguono altre tre sorgenti: la Fonte Giannella, la Fonte Bellezza e la Fonte Quercia. Al contrario, queste producono un’acqua sulfurea, solfato-calcica, ma anche ricca di bicarbonato. In più, oltre alle quattro sorgenti in questo territorio si trovano anche delle polle acquifere termali. Su queste c’è da dire che sono di tipo sulfureo e ferruginoso. Tuttavia, nonostante la loro presenza, queste polle non vengono impiegate né nello stabilimento né per alcun trattamento. Al contrario, riempiono una sorta di laguna naturale presso il fiume più vicino.

Cure e trattamenti termali

Diverse sono le cure, ma anche i trattamenti, che si possono effettuare allo stabilimento termale di Raiano. Spiccano, tra queste, le cure inalatorie, in particolare quelle dedicate alla guarigione dalla sordità rinogena. Però, c’è da dire che queste acque sono particolarmente versatili. Anche per via dei fanghi che vi maturano per almeno un anno, altre cure particolarmente efficaci sono ad esempio quelle per le patologie osteo-articolari.

Conclude la serie di trattamenti il Centro di Medicina Estetica termale Oasi, che affianca alle tradizionali cure termali anche diversi percorsi di remise en forme. Infine, citiamo anche i percorsi revitalizzanti nelle piscine termali e anche la palestra ed i corsi di aquagym.