Cosmesi naturale

Cosmesi naturale: cos’è

Anzitutto, occorre fare una distinzione. Ovvero: quando si fa riferimento alla cosmesi naturale, in genere si intendono tutti quei cosmetici che hanno una base vegetale. Al contrario, quelli che sono invece definiti cosmetici eco-bio, sono prodotti formulati sempre con materie prime vegetali, ma provenienti per lo più da agricoltura biologica. Altresì, tali materie estratte con metodi non inquinanti, e ricavate da fonti rinnovabili. La differenza consiste quindi nel metodo di lavorazione. Per questo motivo un cosmetico biologico è anche definito cosmetico organico. Inoltre, in questi prodotti, l’attenzione all’ecologia si rivela ance nel packaging che è realizzato con materiali riciclati e biodegradabili.

 

Cosmesi naturale: la formulazione

Per produrre prodotti di cosmesi naturale, sono state identificate e classificate circa 5000 sostanze. Di queste, almeno 1000 sono naturali o derivate da fonti naturali. Infatti, il primo equivoco da chiarire è il seguente: salvo qualche prodotto, come olii da massaggio, unguenti, acque distillate aromatiche, realizzare prodotti interamente vegetali è impossibile. Ciò vuol dire che nella maggior parte dei casi ci troviamo di fronte ad appositi formulati.

Categorie di ingredienti che si possono trovare nella formulazione

Gli ingredienti presenti nella formulazione di ciascun prodotto sono diversi. Appartengono, meglio, a diverse categorie. Per quanto semplice sia infatti la ricetta, e si tratti comunque di principi attivi e sostanze di origine naturale, siamo però anche di fronte ad emulsionanti, tensioattivi, conservanti. Risulta, perciò, fondamentale leggere attentamente la descrizione del contenuto.

Come riconoscere un cosmetico non a rischio dalla formulazione

Nella migliore delle ipotesi, i prodotti che sono definiti “naturali” contengono al massimo il 10% di sostanze vegetali. Completano la formulazione dosi variabili di sostanze ottenute per trasformazione di sostanze vegetali. Dunque la vera domanda è: come riconoscere un cosmetico “sano” o “pulito”? Ovvero: come riconoscere un cosmetico non “a rischio”, considerato che molte sostanze utilizzate in cosmesi sono potenzialmente allergizzanti, sensibilizzanti, se non addirittura tossiche?

Formulazioni ottimali

Una formulazione ottimale di un buon fitocosmetico avrà delle sostanze di base sia vegetali che di derivazione vegetale, dovrà contenere dosi adeguate di sostanze funzionali vegetali, tali da assicurare l’effetto cosmetico promesso. Soprattutto, dovrà garantire al consumatore che non sono state impiegate sostanze potenzialmente rischiose per la sua salute e per la tutela dell’ambiente.

 

Quando e perché usarli

In merito all’utilizzo dei prodotti di cosmesi naturale, di solito il consumatore gli sceglie proprio per la loro formulazione. Le sostanze vegetali, infatti, generalmente non irritano la pelle. Vi sono molteplici casi di persone afflitte da dermatiti o manifestazioni allergiche che scelgono la cosmesi naturale. È dunque sicuramente questa la prima indicazione, in generale il primo motivo per cui l’utilizzatore sceglie questi prodotti. Solo per fare un esempio, non sono rari i casi di irritazioni provocate dagli ammorbidenti.

 

Prodotti per la pelle

Andiamo ora a vedere la prima categoria della cosmesi naturale: i prodotti per la pelle. Oltre ai saponi naturali, utilizzabili anche per la detersione quotidiana, ci sono le creme e i detergenti. Partendo dalla crema idratante per il viso, è in particolare utile durante l’inverno, poiché con il vento e il freddo è abbastanza frequente che la pelle si disidrati e si screpoli. Segue la crema idratante per le mani che, proprio per il loro contatto frequente con l’acqua, tendono a disidratarsi molto più di altre zone. Infine, soprattutto se si ha una pelle chiara e che dunque si scotta facilmente, non può mancare la protezione solare. Va da sé che si deve applicare quando ci si espone ai raggi UV per proteggere la pelle dalle scottature, dalla disidratazione e dai radicali liberi.

I prodotti più particolari

Tra i prodotti più ricercati rientrano sicuramente il tonico, le maschere e lo scrub. Queste tre categorie sono di fatto i prodotti più difficili da scegliere, perché dipendono da come reagisce la nostra pelle. Ad esempio, la pelle secca tende a screpolarsi e a tirare, una pelle grassa si unge facilmente, una pelle sensibile si arrossa facilmente con moltissimi prodotti. All’aspetto naturale del cosmetico si deve sicuramente anche aggiungere l’alimentazione e lo stile di vita. Infatti, queste due variabili sono le prime cose da correggere per migliorare l’aspetto e la salute della pelle.

Maschere di cotone

Tra i prodotti più particolari e ricercati, abbiamo precedentemente citato le maschere. Ebbene, quelle di cotone vengono vendute già imbevute con ingredienti funzionali e confezionate, ma è possibile anche prepararle in casa. Per realizzare una maschera di cotone è possibile acquistare dei teli appositi in cotone, già forati nella zona degli occhi e delle labbra. In alternativa si possono utilizzare garze in cotone o teli in cotone sottili, come scampoli di tessuto. Al contrario, se si userà un tessuto di recupero, va pur bene ma a patto che sia sottile, pulito e privo di coloranti. Inoltre, si ricorda che si dovranno effettuare dei tagli in prossimità degli occhi e della bocca prima di procedere.

Fase di Pre-Applicazione

Per quanto concerne la fase che precede l’applicazione, la prima cosa da fare è quella di immergere il tessuto in un infuso preparato in casa con erbe essiccate e spezie. Ecco: si sottolinea che per preparare le maschere in cotone è a discrezione scegliere gli ingredienti preferiti, ma devono essere tutti di qualità, dato che si applicano sulla propria pelle. Fatto questo, si può sicuramente procedere con l’applicazione.

Fase di Applicazione

Con la fase di applicazione, si procede al posizionamento della maschera in cotone sulla pelle del viso. Una precisazione: la pelle dev’essere pulita e perfettamente struccata. Il consiglio primario è dunque quello di lavare il viso con un detergente delicato. Quando si procede alla fase di applicazione, è importante che il tessuto aderisca perfettamente al viso. Un’altra regola fondamentale è quella di non effettuare alcuno scrub subito prima di applicare la maschera; questo perchè l’azione esfoliante dello scrub può aumentare l’assorbimento delle sostanze contenute nella maschera. Va da sé che tale fatto potrebbe provocare arrossamenti o irritazioni.

Altri accorgimenti

Ancora, altri accorgimenti utili ed a tratti essenziali sono i seguenti: prima dell’applicazione della maschera di cotone, massaggiate leggermente il viso con le mani ma non applicate creme. Il rischio principale è infatti quello di alterare le sostanze presenti nella maschera, nonché di diminuire le possibilità di diffondersi nello lo strato corneo della pelle, cioè lo strato più superficiale.

Fase di Posa

L’ultima fase è quella di posa: bisogna lasciare in posa la maschera per circa dieci minuti. A questo punto va rimossa ed il viso va risciacquato con acqua tiepida. Aspettate circa trenta minuti prima di applicare la vostra crema idratante abituale. Potete ripetere il trattamento una o due volte alla settimana, secondo le vostre esigenze.

 

Migliori aziende di cosmesi naturale

Passiamo ora alle migliori aziende che si occupano di cosmesi naturali. Prima di indagare le leader nel settore, bisogna precisare che la cosmetica naturale è uno degli orizzonti che si fa sempre più vicino nel mondo del make-up e dei trattamenti estetici. forse proprio per questo scegliere non è immediato: molti brand risultano ancora poco conosciuti. Inoltre, questo mondo solo da qualche anno viene approfondito nella giusta maniera. Eppure attraggono tantissimo, e c’è chi dopo varie prove ha deciso di lasciare per sempre la cosmetica convenzionale, optando per una cosmesi naturale fatta di ingredienti bio e formule potenziate.

L’era del bio-beauty

Dietro la scelta del passaggio ai prodotti di cosmesi naturali, c’è quella che è denominata era del bio-beauty. Semplicemente, dietro questi prodotti si nascondono tecnologie di estrazione avanzate, in grado di mantenere intatti i principi attivi di ogni singolo ingrediente. Questo vuol dire che scegliere un prodotto per il vostro make-up e per la vostra pelle implica considerare gli INCI (ne avevamo parlato qui, a proposito dell’acqua termale Avene). Si sa, la presenza di siliconi e qualsiasi sostanza chimica o contenente parabeni non è un buon indicatore. Andiamo ora a vedere i leader della cosmesi naturale.

Aziende di cosmesi naturale: Biofficina toscana

Biofficina toscana è considerata la migliore azienda di prodotti di cosmetica naturale. Possiede una linea di cosmetici bio-artigianali e cerca di legare la tradizione e l’innovazione con metodi che rispettano prima di tutto l’ambiente, e poi l’uomo. Come suggerisce il nome, il cuore del progetto nasce in Toscana, regione italiana da sempre ricca di materie prime e fulcro di imprenditorialità moderna. Gli ingredienti sono dunque a chilometro zero ed i prodotti hanno il minimo impatto ambientale. La linea comprende prodotti sia per la donna, che per gli uomini ed i bambini. Si occupa, nello specifico, di cura del corpo affiancata a quella dei capelli e della detergenza.

Aziende di cosmesi naturale: Orobio

Così come la Biofficina Toscana, anche Orobio è un’altra realtà importante. Di questo marchio, va innanzitutto detto che è una linea di cosmesi naturale ideata dalla naturopata, blogger e tutor del programma Detto Fatto su Rai2: Martina Rodini.  Prevalentemente dedicata ai giovani, la linea propone dei prodotti i cui ingredienti sono completamente bio e dal profumo delicato. Per fare qualche esempio, il particolarissimo scrub viso a base di cocco, caffè e mandorla, che rigenera la pelle in pochissimi minuti. Proprio per i principi attivi, è molto facile da usare e si adatta ad ogni tipo di pelle. Grazie ai micro-granuli esfolianti è in grado di rimuovere efficacemente le cellule morte. Segue il tonico Hamamelis dalle proprietà astringenti e lenitive. Qui non mancano ingredienti naturali e sopratutto vegetali, perché il primo obiettivo è quello di rendere la bellezza figlia della natura. Camomilla, aloe e olio di argan sono solo alcuni dei segreti che rendono questa linea insuperabile.

 

Cosa aspettate, dunque, a provare anche voi dei prodotti di cosmesi naturale?

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Grotte di Camerano

Grotte di Camerano Se state visitando le Terme nelle Marche, e vi trovate in provincia di Ancona, sappiate che a soli 4 km di distanza

Terme nelle Marche

Generalità sulle Terme marchigiane nelle varie province Al pari di molte altre regioni d’Italia, anche le Marche sono ricche di centri termali e strutture in

terme di chianciano

Terme Sensoriali di Chianciano

Vacanza di relax alle Terme Sensoriali Chianciano La vita odierna è sempre più frenetica, sempre più veloce: se state leggendo questo articolo sulle Terme Sensoriali

Terme di Sassetta

Dove si trovano? Le Terme di Sassetta si trovano nel Comune di Sassetta in provincia di Livorno. Questo comune si trova nella Val di Cornia,

Terme di Catullo

Terme di Catullo: le terme decantate dal poeta Catullo Riconosciute dal FAI, il Fondo Ambiente Italiano, la fondazione italiana che si occupa della tutela, della