Cosa fare in Trentino Alto Adige

Cosa fare in Trentino Alto Adige

State pianificando il vostro soggiorno di relax o la vostra vacanza e state proprio cercando cosa fare in Trentino Alto Adige? Ebbene, questa regione offre tantissimi spunti. Infatti, il territorio altoadesino dispone di un paesaggio eterogeneo e dunque di variegate risorse. È quindi possibile dedicarsi ad attività come lo sport – specie quello invernale – le escursioni, ma anche attività legate ai fiumi e ai laghi come la pesca e il rivertrekking o il canyoning. Oppure potete orientarvi su un weekend sulle Dolomiti, o i weekend enogastronomici. E poi, naturalmente, il Trentino Alto Adige è famosissimo per le sue strutture termali; tra le più prestigiose, ricordiamo le terme di Merano. Ma andiamo subito a scoprire nel dettaglio le attività che si possono fare in Trentino Alto Adige!

Cosa fare in Trentino Alto Adige: weekend enogastronomico

Una cosa da fare in Trentino Alto Adige è sicuramente il weekend enogastronomico. Tra i migliori borghi in cui fare un percorso di questo tipo, quello di Ala. Località nella provincia di Trento, è già famosa per essere stata una stazione di confine tra l’Italia e l’Impero Austro-ungarico nel periodo della Prima Guerra Mondiale. Ala propone differenti ristoranti per un approfondito percorso enogastronomico, ognuno specializzato in un determinato prodotto.

Pietanze di carne

Tra questi, i più noti e rinomati sono i piatti tipici del Sud Tirol, come per esempio il gulasch alla tirolese con polenta. Nello specifico, questa pietanza viene cotta assieme a delle cipolle tritate con paprica, cumino e maggiorana, assieme a della pancetta tagliata fine. Segue anche lo strangolapreti servito con il rinomato grana del Trentino assieme a del burro aromatizzato con la salvia. Ancora, come non citare le bruschette con la bresaola, che di norma sono condite con olio, limone, caprino e bresaola del posto. Infine, lo speck assieme al caratteristico formaggio al fieno oppure assieme al pane aromatizzato con il sesamo oppure con i semi di papavero.

Sapori del bosco

I sapori del bosco comprendono una salsa di funghi e piatti rosolati con vino e pomodoro. Tipico anche un contorno di insalata di pere, rosolate assieme al miele, sale e pepe e spicchi di limone. È naturalmente servita con ricotta, noci e condita con olio ed aceto balsamico. Tra i sapori del bosco rientrano anche le crepes farcite con frutti di bosco degli alberi della zona, assieme alla marmellata di frutti di bosco che generalmente è di propria produzione.

 

Cosa fare in Trentino Alto Adige: weekend nella Valle del Sarca

Seconda cosa da fare in Trentino Alto Adige è sicuramente il weekend nella Valle del Sarca. Destinato agli appassionati di leggende popolari e mistero, questo weekend è caratteristico proprio per la Valle del Sarca. Infatti, vicino Trento si trova proprio il castello di Arco, che è stato un antico luogo di potere ed è pertanto ricco di storie e tradizioni. La struttura annovera 365 finestre, ma la particolarità non è solo questa; infatti, gli appassionati di numerologia possono trovare molti spunti che riguardano il numero dei campanili, ponti e bastioni. La leggenda vuole, infatti, che siano stati costruiti in una notte per mani demoniache.

Le origini

Le origini di questa convinzione nascono, molto probabilmente, dai fatti realmente accaduti di lotte di potere. Ad esempio, l’avvelenamento del 1266 di Ripando o l’assassinio nel 1389 del signore del castello Antonio d’Arco.

Gli sviluppi

In seguito a questi drammatici avvenimenti, alla fine del XV secolo il maniero venne trasformato in un deposito d’oro e fu conquistato da un brigante che perpetuò la violenza e le ruberie, finchè non venne giustiziato. Da lì c’è una leggenda che narra dell’apparizione del fantasma di Antonio d’Arco.

Cosa fare in Trentino Alto Adige: weekend a Canazei

Terza cosa da fare in Trentino Alto Adige è un weekend a Canazei, località altoadesina ai piedi delle Dolomiti. Questo borgo è molto apprezzato soprattutto grazie agli impianti di risalita ed alle numerose piste. Inoltre, nello specifico Canazei è posizionata sotto i gruppi del Sella, del Sassolungo e della Marmolada.

Percorsi e valli

A questo proposito va citato il sellaronda “Giro dei quattro passi”, un percorso suggestivo per completare al meglio la vacanza sulla neve che può essere sfruttata anche dalle tante piste attorno al gruppo del Sella. Si possono poi attraversare le quattro valli ladine Fassa, Gardena, Badia e Livinallongo, che danno accesso ad altre numerose skiaree in Alto-Adige. Naturalmente, oltre allo sci ed allo snowboard, a Canazei si possono praticare altri sport. Va infine sottolineata la presenza dello stadio del ghiaccio coperto di Alba di Canazei, che dà la possibilità di pattinare a tutti con un fornito noleggio e maestri per l’insegnamento.

 

Cosa fare in Trentino Alto Adige: i sentieri di Chiusa

Un’altra cosa da fare in Trentino Alto Adige è la percorribilità dei sentieri di Chiusa. Situata nella provincia autonoma di Bolzano, questa località propone differenti percorsi in cui è possibile trascorrere dei momenti adrenalinici.

Il sentiero più percorso

Tra quelli proposti, il sentiero più percorso è quello che parte dal centro di Chiusa. Denominato “sentiero Auf der Frag”, percorre differenti vicoli della città; ad un certo punto, però, arriva ad un tratto che passa per la strada che si dirige a Villandro dove poi si svicola a destra seguendo il sentiero “Erzweg”. Da qui parte una seconda diramazione per la Cappella di San’Anna, edificio ecclesiastico che risale al 18° secolo.

Il sentiero più avventuroso

È proprio dalla Cappella di Sant’Anna che il sentiero si fa più avventuroso e, di conseguenza, impegnativo. Tuttavia, questo sentiero conduce ad una miniera. Per gli amanti delle escursioni che siano avventurose ma anche istruttive è bene anche seguire il “Sentiero del Vino di Chiusa”. Questi, ha come partenza la nota piscina di Chiusa che si trova all’estremità nord della città. Da qui si cammina in mezzo ai vigneti ed alle ripide “Leiten”. Il percorso da seguire è quello del segnavia n° 3. Va segnalato, tuttavia, che le strade poderali sono sprovviste di segnaletica; pertanto, si deve proseguire verso nord fino a riuscire a raggiungere il segnavia n° 15.

 

Cosa fare in Trentino Alto Adige: Museo delle Palafitte del Lago di Ledro

Per gli amanti dei Musei e dell’archeologia, la cosa da fare in Trentino Alto Adige è visitare il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro. Questa struttura nasce negli anni ’70 per rendere pubblica una selezione di reperti che provenivano dalla zona archeologica adiacente. Questi reperti sono in verità molto particolari: si tratta di oggetti della vita quotidiana di ben 4000 anni fa. Essi, testimoniano dunque quelle che erano le consuetudini e lo stile di vita degli uomini che vissero nell’Età del Bronzo. Inoltre, dal 2006 il Museo dispone di un nuovo spazio aperto in cui è stato ricostruito un villaggio di palafitte. Questi, è usato per simulare scene di vita preistorica al solo scopo di divulgazione.

Nuovo villaggio e nuovo museo

Il nuovo villaggio di cui abbiamo parlato in precedenza è situato nel prato antistante il Museo delle Palafitte. È inoltre strutturato con una piattaforma lignea a sbalzo sull’alveo del torrente Ponale. Questa, sostiene le capanne, che sono una di dimensioni più grandi rispetto alle due più contenute. Invece, il nuovo museo è stato completamente rinnovato nel 2019. Più luminoso e aperto rispetto alla precedente struttura, il nuovo Museo delle Palafitte del Lago di Ledro si offre al pubblico raddoppiato negli spazi grazie a un importante investimento da parte della Provincia autonoma di Trento.

 

Cosa fare in Trentino Alto Adige: weekend a Madonna di Campiglio

Infine, ultima ma non per importanza, un’altra cosa da fare in Trentino Alto Adige è passare un bel weekend a Madonna di Campiglio. Questa località, già nota per le sue mete sciistiche, è a ben vedere definita “la perla delle Dolomiti di Brenta”. La cittadina è posizionata a circa 1500 metri d’altezza al centro della conca tra le Dolomiti ed i ghiacciai della Presanella e dell’Adamello. Questo borgo è fruibile anche durante l’estate, e quindi non solo per i suoi impianti sciistici. Ma vediamo subito le attività che si possono fare!

Il giro dei laghi

Primo tra tutti, il giro dei laghi. È uno dei giri più famosi della zona: si sale con la telecabina dal centro e si percorre un giro ad anello che passa per il lago Ritort. Da qui si continua fino ai laghi Labin, Serodoli e al lago Gelato. Infine, volendo si può scendere al lago Nambino oppure proseguire a piedi fino alla telecabina di Pradalago.

La via delle Bocchette

Si continua con La via delle Bocchette. Questa fa parte di uno dei più completi e articolati sistemi di vie ferrate delle Alpi. Tra tutte, infatti, è la via più panoramica delle Dolomiti; va segnalato – importantissimo – che si può fare esclusivamente se si è accompagnati da una guida esperta. Infatti, il programma più fruibile è quello che prevede due notti in rifugio e traversata da Madonna di Campiglio a Molveno lungo la via delle Bocchette.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
On Key

Related Posts

Terme di Sassetta

Dove si trovano? Le Terme di Sassetta si trovano nel Comune di Sassetta in provincia di Livorno. Questo comune si trova nella Val di Cornia,

Terme di Merano

Collocazione Le Terme di Merano, assieme alle Terme di Pejo e alle QC Terme Pozza di Fassa, della catena QC Terme, fanno parte del parco delle

Terme a Siena

Collocazione La Toscana è sicuramente una delle regioni italiane più ricche di storia e cultura e tradizioni enogastronomiche. Ciò la rende una meta ambita dai